Secondo te come mai in Italia sono visti tanto male gli artisti commerciali?
Alla finestra avviciniamoci, Alla luce della luna guardiamoci.
Sì, iu lu sacciu ca 'vveniri, Ora mi 'nni vaju ma 'stu cori resta ccà.Ma l'amuri mi suspinci e mi ci fa arrivà.Mi gioco tutto con candore e furia.Dammi, dammi, dammi, dammi.(dammi una lametta цена телефона samsung galaxy s4 mini che.Con questo non voglio dire che Piero Manzoni mi abbia ispirato particolarmente, ma con questo titolo voglio semplicemente esprimere il concetto che larte è pensiero che esce dal corpo, né più né meno come lo sterco. .Io ti bacio e tu mi baci, Il destino ha voluto che ci sposassimo.Dall'alto verso il basso, zip!Che gusto, che innesto!A la finestra avvicinamuci, A 'u lustru 'i luna taliamuci.Dammi una lametta che mi taglio le vene (ploloploploploploploplo mi faccio meno male del trapianto del rene (ploloploploploploploplo mi voglio bene, sì, mi voglio tanto bene.Dammi 'na manu c'appiccicu!Che cosa ti ha portato ad abbracciare questo ideale, e non quello di finto gangster, che sta diventando la moda del momento specialmente tra i giovani?Lasciami andare e non tenermi!Sì, lo so che deve venire, Ora me ne vado ma questo cuore resta qui.




Ultimi 1 Novembre 2018, viaggio sonoro in Italia: 20 canzoni per 20 città.Lassami iri e 'un mi teniri!Senti come affetta questa lametta da destra verso il centro zac!Amuri miu, senza arrispunniri, Siddu stasira 'un pozzu scinniri, Sugnu firmatu davanti a l'entrata; Haju un pinseri d'arrinesciri, Siddu tò matri arriva a nesciri.Tenimi forti ca sciddicu!Speru ca ti lassa sula, C'avi cchiù d'un'ura ca t'aspettu ccà.Dammi una lametta che.



Il post in cui condividiamo le nuove linee che sono alla base di ciò che proponiamo su Le Nius: ci occupiamo soprattutto di temi sociali e vogliamo farlo con la partecipazione dei nostri lettori e lettrici.
Prima di tutto se facessi il gangster non sarei proprio credibile, sarei abbastanza ridicolo; e poi non ci trovo nulla di eccitante nellavere passati malavitosi, ma sopratutto, semplicemente atteggiarsi da gangster sinceramente a me non interessa: preferisco essere lo sfigato di turno che però.
Ma la musica rap è una musica che va capita, non è per tutti, anche perché il testo è una parte fondamentale, però quando si trattano certi argomenti io cito sempre Frank Zappa, che diceva parlare di musica e come dipingere di architettura.

[L_RANDNUM-10-999]